Al Forum il distretto high-tech Torino Wireless

30 04 2008


Il Distretto high-tech Torino Wireless raccoglie i principali attori ICT del Piemonte in un sistema condiviso di valori, strategie, azioni in grado di aumentare la competitività del territorio, attraverso l’integrazione fra ricerca e sviluppo, imprenditoria e capitale di rischio.
Torino Wireless è un distretto approvato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca a seguito di un’approfondita valutazione della situazione di partenza del territorio, della fattibilità e potenzialità del progetto e della capacità di attrarre investimenti. Il coordinamento delle attività del Distretto tecnologico piemontese è affidato alla Fondazione Torino Wireless, una struttura di regia che ha il compito di valorizzare l’enorme patrimonio di risorse e conoscenze già presente nell’area, sviluppando gli apporti di ciascun soggetto e integrandoli in strategie comuni di medio-lungo termine. L’impegno è rivolto alla creazione di un “circolo virtuoso” in cui le attività di ricerca, la creazione di attività imprenditoriali, la crescita di quelle esistenti, la disponibilità di capitali siano strettamente integrati e capaci di autoalimentarsi.

LA STORIA
Il progetto Torino Wireless comincia a prendere forma già nel dicembre 2000, grazie all’iniziativa dell’Associazione Torino Internazionale e all’impegno della Regione Piemonte, dell’Istituto Superiore Mario Boella (ISMB), dell’Unione Industriale e di ITP che decidono di comporre un tavolo di concertazione per sensibilizzare gli attori del territorio piemontese al progetto. Grazie alla specifica volontà delle istituzioni locali di dare una valida alternativa al settore dell’auto, Torino, città simbolo dell’automobile, sceglie quindi di qualificarsi come leader nel settore hi-tech attraverso la costituzione del Distretto ICT “Torino Wireless” a partire da ciò che da sempre costituisce una vasta cultura del territorio: l’innovazione tecnologica.
L’avvio ufficiale delle attività del Distretto è fissato nel maggio 2003 dalla firma dell’ Accordo di Programmazione Negoziata, che sancisce in maniera vincolante l’impegno dei partner nella definizione di azioni e programmi comuni e conferisce alla Fondazione Torino Wireless l’autonomia necessaria per svolgere la funzione di coordinamento delle attività. Da allora la Fondazione opera per lo sviluppo del Distretto Tecnologico con grande profusione di risorse ed energie.
La missione della Fondazione Torino Wireless è “creare e sostenere lo sviluppo del Distretto tecnologico piemontese, aumentando il peso dell’ICT sull’economia regionale e posizionando il Piemonte come uno dei distretti più innovativi a livello internazionale”.  (art. 3.2, Statuto Fondazione Torino Wireless)
In particolare, la Fondazione si impegna a:
• favorire la sinergia tra gli attori pubblici e privati del mondo della ricerca, dell’imprenditoria e della finanza
• assicurare un diretto collegamento tra lo sviluppo delle attività di ricerca e l’evoluzione del mercato
• garantire una crescita costante del patrimonio di competenze che alimenta il Distretto
• favorire la circolazione e la condivisione delle conoscenze, anche per confronto con le migliori esperienze internazionali
• creare una base di valori e comportamenti condivisa dai diversi partner
• sviluppare una precisa identità di Distretto fino alla generazione di un marchio riconosciuto a livello internazionale

GLI OBIETTIVI

Entro il 2012, il Distretto si prefigge di:
• triplicare il numero dei ricercatori impegnati nell’ICT, partendo dagli iniziali 2.000
• creare almeno 50 nuove imprese ICT
• attrarre imprese innovative italiane e internazionali nell’area piemontese
• inserire numerose PMI piemontesi particolarmente promettenti in una fase di forte accelerazione
• aumentare l’incidenza dell’ICT sull’economia piemontese dal livello odierno del 5 per cento fino al 10 per cento
• raggiungere la capacità di auto-sostentamento
La Fondazione Torino Wireless agisce lungo tre dimensioni: la dimensione dei processi, che ne determina l’organizzazione, la dimensione delle tecnologie prioritarie, la dimensione dei settori applicativi, in stretta sinergia con le strategie regionali.

Alcuni Settori e Applicazioni:
• Infomobility
• Localizzazione e servizi connessi (con particolare attenzione al sistema di navigazione satellitare europeo Galileo)
• ICT per la salute e l’inclusione sociale (e-health)
• e-Banking
• ICT per l’agroalimentare
Tecnologie:
• Galileo
• Software di base
• Security
• Wireless
• Multimedia
• Microelettronica

Il presidente di Torino Wireless Rodolfo Zich sarà presente al Forum della Ricerca e dell’Innovazione e parteciperà alla sessione sui distretti ad alta tecnologia.
(fonte: www.torinowireless.it)


Azioni

Information

3 responses

7 05 2013
facebook stock price today

Good day! I just wish to give an enormous thumbs up for
the good data you’ve got here on this post. I shall be coming
back to your weblog for extra soon.

19 06 2013
320 barry bonds rookie card 1987 topps 320 barry bonds rc 1987 topps barry bonds 1987 topps barry bonds

Hiya! I simply wish to give a huge thumbs up for the good data you’ve gotten here on this post.

I will probably be coming again to your blog for more soon.

7 11 2013
Oma

Nice blog here! Also your website loads up very fast! What host
are you using? Can I get your affiliate link to your host?
I wish my web site loaded up as quickly as yours lol

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: