Innovare: l’atto barbarico che rompe gli schemi – Eurotech al Forum

7 05 2008

 

 

 

 

 

Innovazione come sparigliamento delle carte, rottura di schemi, addirittura ‘un atto barbarico’, perché è così che si vede il mondo con occhi nuovi. È l’inprinting che il presidente del Gruppo Eurotech, Roberto Siagri, intende lasciare al ‘Forum della ricerca e dell’innovazione’ di Padova attraverso la partecipazione della società all’evento. Una realtà internazionale leader nel miniaturizzare il personal computer, per ampliarne la possibilità di utilizzo, che con questo motore è partita da Amaro (Ud) per essere oggi una società quotata in Borsa (segmento Star) e un Gruppo composto da otto unità operative, presente direttamente o con filiali proprie in Italia, Usa, Inghilterra, Francia, Finlandia, Cina e Giappone. Perché un Paese e un territorio facciano davvero propria la cultura della ricerca e dell’innovazione, secondo Siagri, non si può prescindere da alcune azioni fondamentali.

Innanzitutto – spiega – le realtà della ricerca e quella imprenditoriale dovrebbero potersi sintonizzare su alcuni filoni considerati strategici per lo sviluppo del Paese e in questo processo il pubblico gioca un ruolo fondamentale, sostenendo l’attività di università e centri scientifici secondo progetti mirati, piuttosto che dispersa in iniziative polverizzate. È così che, in un rapporto di mutuo beneficio, si innescano processi d’innovazione e caratterizzanti, capaci di generare valore non tanto nell’immediato, quanto nel medio e lungo periodo. Del pari è fondamentale una crescita culturale all’interno delle aziende affinché l’innovazione non si scontri, rimanendone vittima, con la riproduzione tecnica. In altri termini – osserva Siagri – i vertici devono essere in grado di stimolare la flessibilità mentale e di comportamento affinché l’innovazione sia percepita come un’opportunità e non come un fastidio, anche in condizioni di performance positive dell’impresa. Viceversa, le idee, che pure possono esserci, finiscono nel cassetto piuttosto che tradursi in nuove soluzioni competitive.

Infine – osserva Siagri – anche in Italia occorre far crescere una filiera finanziaria, alla stregua di quanto è diffuso nei Paesi anglosassoni, che  accompagnai la crescita dimensionale delle aziende, perché queste possono trovare l’interlocutore più idoneo per ogni loro step.

 

(Articolo pubblicato su “Eventi Speciali – Il Sole 24 Ore Nordest”, 7 maggio 2008  )


Azioni

Information

One response

16 05 2008
E.Munaretto

Avevo già sentito parlare di Eurotech come un’azienda all’avanguardia in Italia. La sua mentalità dinamica ha dato i suoi frutti. La stasi di questo nostro Bel Paese ha risparmiato qualcuno, per fortuna. Peccato che, come al solito, non siano questi i nomi associati a noi…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: