4 giugno 1977

4 06 2008

Era il 4 giugno del 1977, quando due ragazzi intorno alla ventina, Steve Jobs e Steve Wozniak, lanciarono sul mercato una macchina completa di tastiera, monitor, processore e memoria a prezzi notevolmente inferiori e con prestazioni superiori alla media del mercato di allora. E’ la prima macchina pensata e realizzata per un pubblico piu’ ampio dei soliti appassionati di elettronica.

L’Apple II innaugura con un successo immediato, l’era del personal computer ponendo sotto i riflettori questa piccola azienda, fondata appena un anno prima a Cupertino,nel cuore della Silicon Valley. Sarà venduto 500.000 volte per i successivi 16 anni diventando il primo successo commerciale del settore e dando un solido avvio alla crescita della Apple Computer ancora ai primi posti nel campo dell’informatica.

Il nuovo macchinario esegue ancora comandi da linea di comando, possiede però delle capacità grafiche superiori alla media e un monitor a colori che permette soluzioni profondamente diverse dai monitor bicromatici. L’antenato dei nostri attuali PC, equipaggiato con un processore da 1 MHZ e una Memoria di 52 kB e senza disco rigido, appare una macchina molto diversa, come caratteristiche e capacità, di quelle presenti sul mercato oggi. Ma è proprio il suo avvento ad aver permesso lo sviluppo di sistemi operativi e programmi sempre piu’ grafici e facili da utilizzare, passando dalla linea di comando utilizzata da pochi a sistemi operativi con interfaccia grafica di facile utilizzazione, come Macintosh e successivamente a Windows di Microsoft.

La mela multicolore, appena morsa, simbolo di conoscenza e genialità, rappresenta ancora oggi l’innovazione, il design e la semplicità nell’utilizzazione dei suoi prodotti. L’immediata utilizzazione delle macchine Apple, principio al quale i due “Steve” non hanno mai derogato, è iniziata con l’Apple II, macchina autonoma e completa funzionante appena tirata fuori dall’imballo. L’utente non doveva fare nient’altro. Si potevano collegare modem e stampanti, salvare i dati elaborati su floppy semi-rigidi da 5″ e 1/4 (110 kB).

Oggi, Apple pur rappresentando uno dei maggiori fenomeni economici del XX secolo, tiene ancora fede a questo principio in pur avendo diversificato enormemente la tipologia dei suoi prodotti e servizi rappresentando uno dei maggiori fenomeni economici del XX secolo.

 


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: